Conferenze

Sabato pomeriggio

L’energia che trasforma la materia

Conducono: Luisa Gentile e

                   Gabriella Parracino

Ora inizio: 15:30

Ora fine: 16:30

Dove: Sala Conferenze

Ogni volta che si sente parlare di energia, dei suoi straordinari effetti sull’uomo, sulla sua salute e sul suo equilibrio psicofisico, qualcosa ci sfugge.

Nel 1800 qualcuno aveva compreso che molte malattie venivano dai germi e sembrava un miracolo poter salvare qualcuno in soli 5 giorni.

Oggi gli stessi visionari del 1800, hanno compreso che un ruolo fondamentale appartiene al mondo invisibile dell’energia per equilibrare e portare benessere nella nostra vita.

Il fascino di questo argomento ci ha completamente rapite.

La ricerca ci ha portato le risposte che cercavamo, anche se in ambiti del tutto diversi.

L’energia che trasforma la materia non ha nulla a che vedere con le tecniche, ma con la crescita personale e spirituale.

Questa crescita può condurre alla completa gestione di energie sottili che governano la materia.

Dalla scomparsa del dolore alla corretta postura tutto accade.

RAJA YOGA, MEDICINA MODERNA, EVOLUZIONE: la promozione del BEN-ESSERE attraverso i percorsi culturali ed esperienziali I.S.S.U.P

Conducono: Dott.ssa Mary Falco  

                   Dr. Domenico Scoglietti

Ora inizio: 16:30

Ora fine: 17:30

Dove: Sala Conferenze

L’I.S.S.U.P.- International School of Studies for Universal Peace, associazione di volontariato fondata  dal prof. Mario Brunetti nel 1960 a Rishikesh nella Valle dei Saggi nel Nord dell’India, opera da numerosi decenni nei settori socio-sanitario (medicina di pace, tecniche anti-stress), educativo (didattica della pace), artistico (musica, danza, teatro, pittura, scultura, artigianato artistico dei cinque continenti) per lo sviluppo della coscienza pacifista nei singoli e nella collettività.
Tra i suoi principali obiettivi c’è quello di promuovere la divulgazione della tecnica meditativa del RAJA YOGA, per l’eliminazione dello stress e la conquista della pace interiore, individuale e sociale.
Si tratta di una pratica basata sulla naturale tendenza della Mente ad andare verso un campo di maggiore gioia, soddisfazione e gratificazione ed è convalidata scientificamente: essa permette di raggiungere uno stato di rilassamento, di ridurre il consumo di ossigeno e la frequenza del battito cardiaco, di eliminare lo stress e di ridurre le malattie cardiache.
Tale tecnica, promuovendo lo sviluppo dell’auto-consapevolezza, potenzia anche diversi trattamenti psicoterapeutici permettendo di affrontare al meglio i disturbi tipici dell’uomo del III Millennio quali ansia, stress, dipendenze, difficoltà relazionali, auto- ed etero-aggressività, mal d’amore e mal di vivere: accompagnare la persona in difficoltà in un processo di individuazione richiede un lavoro di ri-attribuzione di senso e significato della propria esistenza che poi permette di esperire la vera gioia di vivere ed un autentico senso di gratitudine.
Per tal motivo, l’I.S.S.U.P. non si limita all’insegnamento di una tecnica meditativa, ma collabora con le autorità culturali e amministrative di numerose città italiane ed estere per realizzare programmi atti a sollecitare il positivo presente nel tessuto sociale: il raggiungimento della pace interiore in ognuno di noi, in famiglia, in ogni comunità e nazione, porterebbe alla pace Mondiale e Universale.
“La Pace non ha pace, se non fai qualcosa per la Pace" - prof. Mario Brunetti

La via dello Yoga per la formazione

profonda alla Sostenibilità

Conducono: Prof.ssa Angela Danisi e

                   Dr. Vincenzo Coppa

Ora inizio: 17:30

Ora fine: 18:30

Dove: Sala Conferenze

L'unione, proclamata dallo Yoga, viene ignorata dalla cultura e dalla società, con la conseguente insostenibilità per la vita  dell'umanità e del pianeta.

Quali risposte concrete possono offrire le associazioni di fronte alla frammentazione generale che conduce alla catastrofe globale?

LA POTENZA DELLA GRATITUDINE PER CUORE,MENTE E SPIRITO

Conduce: Mariella Rinaldi

Ora inizio: 18:30

Ora fine: 19:30

Dove: Sala Conferenze

Che cos’è la gratitudine? Come può cambiare la nostra vita? Come si può allenare?

Partendo da una ridefinizione del significato di gratitudine, percorreremo i sentieri della possibilità, attraverso i risultati forniti dagli studi neuroscientifici, sperimenteremo esercizi di gratitudine, passando per esperienze  svolte in ambito scolastico.

 La gratitudine può cambiare la nostra vita e come sosteneva Seneca: “E’ così grande il piacere che si prova nell’incontrare un uomo grato, che vale la pena di non essere ingrato”

Domenica mattina

Gratitudine e Yoga tra misticismo e scienza

Conduce: Lucia Calabrese

Ora inizio: 10:00

Ora fine: 11:00

Dove: Sala Rossa

Essere grati non è un concetto, ma uno stato dell'essere.

Una condizione esistenziale di riconoscenza verso il dono della vita e di disponibilità verso la grandezza e la perfezione universale.

La gratitudine in quanto combinazione di correnti psichiche, tradotta in stati emozionali diviene causa di un moto interiore e fisico  di profonda gioia e di totale affidamento alla divina abbondanza.

La realizzazione dello stato di gratitudine è coincidente con la realizzazione all'accoglienza del Brahmano (anima suprema) nell'Atman (anima incarnata o essere individuato ed individuale).

Accoglieremo il procedimento yogi come di attivo descritto nelle più autorevoli Upanishad (testi sacri che commentano gli altrettanto sacri Veda) fino a comprendere e realizzare il senso profondo (oltre il senso letterale ed il senso nascosto) del Mantra della gratitudine,  non senza aver compreso gli aspetti scientifici che legano la dottrina yoga a mondo delle scienze moderne.

L'antica dottrina e la moderna scienza saranno per noi fonte di ispirazione ad una gratitudine concreta, sanatrice di malesseri fisici ed interiori attraverso la riscoperta della riconnessione alla Matrice Universale.

Smetteremo di voler praticare la gratitudine, ma comprenderemo la via che porta ad Essere la Gratitudine, non più rincorrendo il Dharma (pratica dottrinale) ma divenendo il Dharma, non più cercare il nesso fra scienza e yoga, ma essere la Scienza Yogica .

Portare la mente nel cuore, e lasciarla dimorare in esso, è la porta più immediata per accedere alla dimensione della gratitudine e non ci è metodo migliore che quello della "cittadella delle 9 porte" così misticamente celata nelle scritture... Una delle più suggestive vie del Dharma di cui andremo a parlare.

RI-CONOSCERE IL CIBO:

LA CONSAPEVOLEZZA DEI 5 SENSI NEI PERCORSI DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

Conducono: Dr. Domenico Meleleo e

                   Dott.ssa Giovanna Susca

Ora inizio: 11:00

Ora fine: 12:00

Dove: Sala Rossa

Il laboratorio teorico-pratico mira a delineare i vantaggi di una educazione alimentare che parta dai cinque sensi. Le nuove generazioni, immerse nella società della vista, tendono a crescere perennemente distratti dai continui stimoli schermo-mediati a cui sono esposti. Non raramente sono abituati ed educati a consumare i pasti dinanzi ai cartoni animati e senza avere alcuna consapevolezza dei sapori, delle consistenze, sei suoni e dei profumi di ciò che stanno mangiando. Spesso questa abitudine è un escamotage dei genitori per raggirare il diniego di certi cibi, soprattutto frutta e verdura, da parte dei bimbi e il conflitto che ne deriva, per cui la tv o il cellulare sono usati come distrazione o premio della fruizione di alimenti sani.

L'educazione alla sana alimentazione attraverso l'impiego dei sensi si pone come valida alternativa a tutto questo. Primariamente perché rende i genitori e i bimbi protagonisti e degustatori, non più consumatori voraci e distratti, in grado di prestare attenzione e riconoscere le caratteristiche sensoriali di ciascun alimento e farne un'occasione di interazione positiva fra di loro. Inoltre, la esplorazione sensoriale degli alimenti diventa occasione di divertimento e di gioco, aspetto primario per l'apprendimento di nuove conoscenze per i bimbi. 

In conclusione sarà data dimostrazione di tutto questo, coinvolgendo i presenti, adulti e bimbi, in giochi sensoriali volti a riconoscere prodotti della natura attraverso i sensi e testare così il proprio livello di consapevolezza sensoriale. 

Yoga e Ontosofia: Connessione Millenaria di Anime in Cammino.

Conducono: Carmela Lanotte, Dr. Vito Sardaro e Dr. Francesco Palmirotta

Ora inizio: 12:00

Ora fine: 13:00

Dove: Sala Rossa

Occidente e Oriente rappresentano due universi che confluiscono continuamente l’uno nell’altro annullandosi e esaltandosi a vicenda in un gioco eterno. Psiche e Soma danzano costantemente in perfetto equilibrio in movimento pendolari delle energie primordiali che muovono questo tempo e questo spazio nella continua ricerca di un bene superiore perfetto allineato con sogni desideri prospettive e radicato nelle profondità più concrete e fertili di questa terra madre. L’uomo, quasi disperso è smarrito nel proprio tempo fonda così i pilastri della propria saggezza.

L’Ontosofia si pone come obiettivo quello di sviluppare la saggezza dell’essere attraverso il raggiungimento dell’amore e anima. L’individuo così può realizzare pienamente il proprio fine riconoscendo nel proprio essere quelle qualità uniche capaci di produrre autoguarigioni ottenute attraverso l’utilizzo di specifiche raffinate tecniche antiche risalenti a Pitagora e alla Magna Grecia. Il Dottor Francesco Palmirotta opera da oltre quarant’anni attraverso tali metodiche per il raggiungimento del benessere psicosomatico, documentando casi clinici risolti attraverso la psicoterapia Ontica. Il Dottor Vito Sardaro ricercatore dell’anima, sperimenta durante la propria pratica clinica fenomeni e manifestazioni dell’essere Ontico in grado di scatenare cambiamenti, modificazioni nello stato di malattia, vere e proprie auto guarigioni parte ormai di una casistica clinica. La Naturopata Carmela Lanotte, operante nel settore Olistico, stimola processi di regressioni dei sintomi fino alla loro scomparsa definitiva utilizzando metodiche le quali mediante l’Ontosofia terapeutica e i propri strumenti aprono nell’individuo una nuova via, sana, centrata e libera!!!! Durante la Conferenza un importante contributo del Professor Scott Churchill, Psicologo e Filosofo statunitense e presidente APA (associazione psicologi americani), di formazione Freudiana e orientamento fenomenologico, il quale al rigore scientifico e alla lucida razionalità di Sigmund Freud aggiunge aspetti fenomenologici più recenti e attuali.

Domenica pomeriggio

Il cervello e la mente strumenti di collegamento fra il cielo e la terra..

Conduce: Amadio Bianchi

Ora inizio: 15:30

Ora fine: 16:30

Dove: Sala Rossa

La capacità distintiva o discriminativa (viveka) è quella che ci consente di distinguere il reale e ci permette fra l'altro di riconoscere anche il nostro Sé

Dall’energia dei cibi alla biorisonanza cellulare. Il progresso per la salute.

Conducono: Lisa Marcone, Dr. Armando Gisotti e Dott.ssa Lucia Crispino

Ora inizio: 16:30

Ora fine: 17:30

Dove: Sala Rossa

Ognuno di noi entra in relazione con l'energia presente negli alimenti in modo del tutto personale. Il legame profondo di ogni essere vivente, uomo compreso, con il sole, può ispirare la nostra ricerca di un nuovo benessere. 

C’è un filo meraviglioso che connette il sole, l’energia e gli alimenti. I fotoni del sole, oscillanti come tutte le forme di energia, entrano nella terra, nelle piante e negli animali per diventare l’energia di ogni organismo vivente.

Ogni pianta, cereale o coltura agricola, come ogni animale sulla Terra, ha bisogno per crescere della relazione col sole e molte tradizioni culturali o filosofiche hanno visto nel cibo la presenza di questa energia definendola nei modi più disparati. La tradizione Yogi riconosce ad esempio la presenza di un’energia chiamata prana in ogni alimento. E’ stato appunto dimostrato che gli alimenti hanno una propria energia vitale che influisce sul nostro stato di salute e pertanto oggi si può parlare dei cosiddetti cibi “vivi” e cibi “morti”.

Oltre alle caratteristiche organolettiche, infatti, ogni alimento ha una specifica qualità energetica, non tanto intesa come l’energia calorica che fornisce, ma piuttosto come la qualità del campo elettromagnetico (vibrazionale) e quindi delle informazioni e dell’energia vitale che apporta.

Secondo Simoneton, mentre i cibi con carica bassa o nulla ruberebbero energia all’organismo per poter essere assimilati, gli alimenti che emettono vibrazioni elettromagnetiche superiori a una certa soglia apporterebbero un contenuto nutritivo superiore alla loro componente chimica e calorica.

 

Ogni nostra cellula comunica con le altre cellule e con l’intero sistema emettendo vibrazioni elettromagnetiche che possono variare dall’informazione derivante dai cibi che ingeriamo e che possono, quindi, modificare lo stato di salute dell’intero organismo.

 

Molto spesso sintomi aspecifici (stanchezza, difficoltà di concentrazione, amnesia) non sono correlati a malattie organiche specifiche ma ad una carenza cronica di micronutrienti (vitamine, sali minerali, oligoelementi) che, se protratta nel tempo, può determinare patologie conclamate.

Numerosissime pubblicazioni scientifiche hanno dimostrato l'importanza dell'integrazione con micronutrienti per sostenere le funzioni energetiche di tutte le cellule, che, a loro volta, compongono organi ed apparati.

Tuttavia la sola analisi biochimica non è sufficiente: La Biorisonanza è una metodica basata su principi biofisici che permette di analizzare in maniera rapida e non invasiva gli eventuali squilibri metabolici correlati a carenze nutrizionali fornendo all' operatore sanitario i mezzi per un'azione diagnostica e terapeutica mirata.

Epigenetica, Ayurveda,..... muscoli e dintorni...

Conduce: Dott.ssa Caterina Origlia

Ora inizio: 17:30

Ora fine: 18:30

Dove: Sala Rossa

'L'Ayurveda, antichissima scienza della vita, è un contenitore infinito di conoscenze. Comprende anche le chiavi, i principi e le leggi naturali dell'Epigenetica, recente scienza dell'ottimizzazione del nostro potenziale genetico mediante alimentazione,, rimedi naturali, interventi emozionali, ambientali, stili di vita ed attivita' corporea fisica, e così via, per guidare il proprio Se' verso benessere, salute ed evoluzione

ERGONOMIA BIOFUNZIONALE e BIOFREQUENZE PER IL BENESSERE DEL CORPO E LA RIPROGRAMMAZIONE DELLO STATO DI SALUTE

Conduce: Prof. Dott. Giuseppe Massara

Ora inizio: 18:30

Ora fine: 19:30

Dove: Sala Rossa

La “Ergonomia Biofunzionale”, i cui princìpi dottrinari sono stati definiti dal prof. Giuseppe Massara, è la disciplina che analizza, approfondisceed applica i aspetti teoretici e le metodologie d’intervento del movimento razionale e dell’ergonomia del sistema posturale, al recupero dellaprestazione corporea ed alla riarmonizzazione dell’assetto morfologico dellapostura e della sua gestione ergonomica.

Con l’Ergonomia Biofunzionalesi costruisce un percorso importante peril raggiungimento di una condizione di benessere psico-fisico, quindi non esclusivamente distrettuale e riabilitativo, ma globale e rieducativo realizzato attraverso un salutare e consapevole stile di vita attivo ed ergonomico.

L’applicazione di “Biofrequenze” consente, invece, di riarmonizzarel’equilibrio energetico del corpo, quindi di riprogrammare lo stato di salutedell’individuo riportandolo ad una condizione di salute e benessere globale.

L’intervento consiste nel fornire la corretta “informazione” attraverso la quale le cellule dell’organismo si riprogrammano ritrovando l’equilibriobiofisico smarrito e causa di disfunzione, infatti un tessuto sano emette uncampo elettromagnetico diverso da quello di un tessuto disfunzionale omalato (Popp).

Tale informazione avviene mediantesegnali di informazione biofotonica che, trasformati in impulsi, andranno a modulare le varie funzionibiologiche e conseguentemente i processi vitali dell’organismo.

I biofotoni rappresentano, all’interno della cellula, un linguaggio universale di tipo elettromagnetico per la codifica e decodificadell’informazione morfogenetica, essa è lo starter della vita, cioè di tuttiquei processi preposti allo sviluppo delle funzioni vitali di ogni tipologia diorganismi viventi.”

Le varie patologie si esprimono con sintomi diversi, ma sono ad una unica eziologica: l’alterazione energetica dell’organismo. “L’energiaelettromagnetica è l’energia da cui dipende la vita dell’organismo” (WHeisemberg).

Tutte le conferenze sono ad ingresso gratuito

  • Twitter Clean
  • w-facebook